Smettere di fumare - benefici

 

Voglio smettere di fumare - ecco i benefici

 

Per smettere di fumare veramente e diventare un non fumatore deve aver chiari i benefici che può ottenere.

 

Tutti noi sappiamo vagamente che fumare fa male alla salute, peggiora il nostro aspetto esteriore, ci fa spendere un sacco di soldi e così via. I numerosi danni che sono associati al fumo possono gradualmente scomparire dal momento in cui smette, e trasformarsi in benefici: sarà più sano, spenderà meno soldi, la sua pella sembrerà più giovane.

 

Eppure tutto ciò non è sufficiente per far sì che la sua decisione di smettere sia efficace fino in fondo. Deve chiedersi perchè lei vuole smettere di fumare, quali sono i benefici che lei vuole ottenere? Questa può sembrare una domanda sciocca. Sa certamente perché vuole smettere: fumare danneggia la sua salute e le costa denaro. Ma sfortunatamente, tutto ciò non basta.

 

Il suo nemico, la nicotina, è molto furbo e potente. Non le basteranno delle vaghe motivazioni, altrimenti capitolerà al primo ostacolo. Il problema non è identificare il perché dovrebbe smettere, ma il perché vuole smettere. Solo i motivi realmente validi per lei possono spronarla a sufficienza, solo i benefici che risultano importanti per la sua vita sono un valido aiuto a smettere davvero.

 

Ad esempio potrei dirle: "Dovrebbe smettere di fumare perché il fumo causa il cancro". E' la verità ed è anche un ottima ragione. Ma lei potrebbe rispondermi dicendo: "E' vero, ma io fumo da 15 anni e sto benone, vivo godendomi le gioie quotidiane e lascio al domani i suoi problemi".

 

Personalmente ritengo sconsiderato un atteggiamento del genere, ma questa è una mia opinione. Se realmente questo fosse il suo pensiero, ogni mio sforzo per convincerla del contrario sarebbe vano. E la ragione "deve smettere perché il fumo causa il cancro" pur essendo valida e vera, non sarebbe un motivo adeguato per lei.

 

La sua ragione potrebbe essere un'altra, ad esempio "Io voglio smettere perché i commenti dei miei figli sul fumo mi mettono in imbarazzo di fronte a miei amici". Questa potrebbe essere davvero un valido motivo per lei. Solo se la ragione è importante proprio per lei, sarà d'aiuto nella sua lotta contro la nicotina.

 

Conseguenze negative del fumo e della nicotina

 

Deve avere ben chiare le ragioni e i benefici che può ottenere. E' comunque utile ricordarle i rischi che corre continuando a fumare:

Salute personale

Ha il 25% di probabilità di morire prima dei 65 anni, esattamente il doppio rispetto a chi non fuma;

Se continua a fumare il rischio di morire durante il prossimo anno è una volta e mezzo superiore rispetto ad un non-fumatore.

Cancro

Fumare aumenta notevolmente il rischio di sviluppare un cancro. In particolare i fumatori sviluppano tumori polmonari e a livello della gola, bocca, labbra, seno, vagina, testicoli e prostata. Quando smette il rischio si riduce progressivamente. Dopo 10 anni è simile a quello di chi non ha mai fumato.

Polmoni

Quando fuma inala migliaia di veleni, molti dei quali si depositano a livello polmonare. Si hanno così numerose conseguenze.

  1. La capacita polmonare di scambiare gas diminuisce. Questo vuol dire che diventa meno capace di assorbire ossigeno e rilasciare anidride carbonica. A riposo ciò non è evidente, ma lo diventa sotto sforzo;
  2. I bronchioli (le più fini diramazioni dei bronchi) vengono ostruiti. Ciò causa il collasso con conseguente infezione degli alveoli (piccole sacche d'aria presenti nei polmoni). La progressiva distruzione di queste strutture fa sì che nei polmoni si formino dei "buchi" sempre più grossi. Gradualmente si va incontro ad una situazione irreversibile detta enfisema. A questo punto il polmone non è più in grado di assicurare l'ossigeno all'organismo così ci si incammina verso la dipendenza dalla bombola d'ossigeno;
  3. Viene distrutto il meccanismo di auto-pulizia dei polmoni: il sistema di microciglia. Di conseguenza ogni germe, polvere o particella che respira non riesce più ad essere eliminata. Il muco tende ad accumularsi a livello bronchiale ed il corpo cerca di eliminarlo attraverso la tosse;
  4. Tutto questo materiale che si accumula (muco, batteri, virus, catrame...) tende ad infettarsi. Ecco perché chi fuma sviluppa facilmente bronchiti che gradualmente da acute ed occasionali si trasformano in croniche e continue;
  5. Con il passare del tempo il catrame ed i veleni che si accumulano a livello polmonare portano allo sviluppo di tumori.

Circolazione sanguigna

Fumare aumenta la pressione e la frequenza cardiaca. C'è anche un maggior rischio di ostruzione delle arterie. Sommando queste due conseguenze ne deriva un rischio doppio sia di  arresto cardiaco sia di morte per malattie cardiovascolari.

 

Il fumo danneggia le coronarie e i vasi sanguigni di tutto il corpo, rendendo più difficoltoso lo scorrere del sangue attraverso di essi. In casi estremi si sviluppa una malattia detta morbo di Burger. In questa condizione il flusso sanguigno è così alterato che le estremità (dita, piedi, gambe...) non più irrorate vanno in gangrena e devono essere amputate.

 

Più frequentemente quello che capita è un progressivo deterioramento della circolazione che si manifesta con una condizione detta "claudicatio intermittens". Camminando si inizia a percepire dolore  muscolare (soprattutto al polpaccio) che obbliga a fermarsi.

 

Questo capita perché il muscolo, durante il movimento, non riesce ad avere il sangue necessario per le sue richieste di ossigeno. Man mano che il tempo passa la capacità di camminare senza provare dolore diminuisce così da costringere il malato a fermarsi sempre più spesso. Lo stadio successivo è lo sviluppo di ulcere ed poi di gangrena a livello degli arti inferiori. Spesso ciò porta all'amputazione della gamba o del piede.

Aspetto esteriore di un fumatore

Nel 1985 il Dr Douglas Model è riuscito ad identificare i fumatori solamente guardandoli. Egli descrisse alcune modifiche del volto causate dal fumo, tra cui:

 

Dato che il fumo altera l'equilibrio ormonale del corpo esso modifica anche la distribuzione del tessuto adiposo, favorendone il deposito a livello addominale.

Problematiche maschili

Abbiamo appena detto che il fumo altera il flusso sanguigno. Ciò avviene anche a livello della circolazione del pene causando una diminuita capacità erettile. La diminuita irrorazione locale causa una danno tessutale ed una conseguente minor elasticità.

 

Questo avviene sin da giovani ed il danno non è permanente solo se si smette quanto prima. Il fumatore ha un rischio di impotenza aumentato del 50%. Lo spermiogramma di chi fuma evidenzia una minor vitalità ed un numero inferiore di spermatozoi.

 

Inoltre il danno che il fumo arreca al DNA degli spermatozoi aumenta il rischio di malformazioni del feto.

Problematiche femminili

La lista è lunga. Le donne soffrono non solo di molte delle problematiche maschili, ma anche di ulteriori rischi.

La pillola: il fumo e la pillola non vanno d'accordo. La loro combinazione aumenta notevolmente il rischio di trombi, di infarto e di altri problemi cardiovascolari. Ciò è particolarmente vero per le donne con più di 35 anni;

Ormoni e menopausa: il fumo facilità l'infertilità e la menopausa precoce;

Tumore mammario ed altri cancri: il rischio di tumore al seno è aumentato del 400%. Anche la frequenza di altri cancri (alla cervice uterine e alla vagina) è superiore alla norma;

Malattie cardiache: non pensate che sia un problema solo degli uomini. Le domme fumatrici, probabilmente per gli effetti della nicotina sul profilo ormonale, hanno un rischio decisamente aumentato;

Gravidanza e fumo, l'elenco è lungo:

Salute altrui

I suoi bambini, se esposti al fumo passivo, hanno un rischio doppio di ospedalizzazione per bronchiti o polmoniti. Sono anche più affetti da otiti e tonsilliti. Inoltre il fumo passivo è una delle maggiori concause di asma, in particolare di attacchi gravi.

 

L'esposizione al fumo passivo aumenta le possibilità di sviluppare un tumore polmonare del 20-30%. Centinaia di morti all'anno sono dovute a questo motivo. Le donne esposte al fumo passivo hanno un rischio doppio di morire d'infarto.

 

I benefici dello smettere di fumare

Ora le buone notizie: ecco alcuni benefici che otterrà smettendo di fumare.

  1. Smette la tosse;
  2. Migliora la resistenza alla fatica;
  3. La pelle è più luminosa;
  4. L'alito è più fresco;
  5. I vestiti e l'auto non puzzano più;
  6. Il gusto e l'olfatto migliorano;
  7. Ha più denaro da spendere come desidera;
  8. La sua vita non è più controllata da Nicole Tin;
  9. Non più desiderio irresistibile per la prossima sigaretta;
  10. Migliora la sua salute;
  11. Migliora la salute dei suoi famigliari;
  12. Non riceverà più critiche dai non fumatori;
  13. Più fiducia in se stessi.

E se smette subito di fumare guardi che cosa succederà:

 

Tempo trascorso dall'ultima sigaretta

Sintomi e benefici

20 minuti

La pressione sanguigna e la frequenza cardiaca si normalizzano (smettere di fumare aiuta da subito).

2 ore

Il livello di nicotina diminuisce e inizia a sentire il desiderio di un'altra sigaretta. Rimanga saldo nei suoi propositi, lei è un non-fumatore. Il carving (i sintomi legati all'astinenza di nicotina) non è uno dei benefici che smettere di fumare porta a chi intraprende questa strada, ma queste sensazioni spariscono velocemente, in particolare dopo la seduta laser.

8 ore

Il livello di nicotina si  è ridotto a metà. I sintomi d'astinenza e il desiderio di fumare aumentano. Uno dei benefici che il laser dà a coloro che si sottopongono a questa terapia è la minor intensità di queste sensazioni spiacevoli. Smettere sarà cosi più semplice. Il monossido di carbonio è diminuito con conseguente aumento dei livelli di ossigeno. Fumare introduceva nel suo corpo migliaia di tossine ad ogni sigaretta e ora i bronchi iniziano a disintossicarsi. Ne consegue un pò di tosse. Un piccolo fastidio cui corrispondono numerosi benefici.

24 ore

Nel suo organismo non c'è più monossido di carbonio e la capacità del sangue di trasportare ossigeno aumenta. Tutto ciò unitamente all'abbassamento della pressione, potrebbe causarle un pò di vertigini per un paio di giorni. Non fumare dona al nostro corpo un benessere (più ossigeno, meno monossido) a cui non eravamo più abituati. Le vertigini, spesso assenti in chi effettua la terapia laser, dureranno uno o due giorni, i benefici invece di una maggior ossigenazione dureranno per sempre. Il sistema di pulizia dell'albero respiratorio, costituito dalle microciglia, riprende a funzionare. Anche se sarà al 100% solo dopo alcune settimane, sin dall'inizio riuscirà ad espellere il muco e le tossine accumulatesi con il fumo. E' mutile bere molta acqua ed assumere vitamina C.

48 ore

La nicotina ha abbandonato il suo corpo! Il gusto e l'olfatto iniziano a migliorare. Proverà più gusto nel mangiare. Non esageri. In particolare eviti dolciumi, merendine, caramelle. Prediliga frutta, verdura, acqua. Finalmente potrà rigustare  pienamente il sapore di questi ottimi alimenti. Smettere di fumare, annoverà tra i numerosi benefici, anche quello di ridonarle la memoria: si ricorderà il sapore dei cibi che ormai aveva dimenticato. La tosse potrebbe aumentare, non è una malattia lo rammenti,  ma un modo per espellere i veleni accumulati.

1 settimana

Potrebbe notare una temporanea stitichezza (dovuta alla mancanza dell'azione stimolante della nicotina). Continui a bere molto e assuma cibi ricchi di fibre (frutta, verdura, cereali integrali). Il flusso sanguigno cerebrale aumenta. Ciò potrebbe causarle un pò di mal di testa. Esegua esercizi di rilassamento e beva molto. Persista nella decisione che ha preso, continui a smettere di fumare per poter godere a pieno di tutti i benefici che questa strada le sta già donando.

2 settimane

Ormai il suo cervello è libero dalla nicotina da un pò di tempo. La maggior parte dei sintomi acuti d'astinenza sono passati. Ci vuole ancora un pò di tempo affinché i recettori cerebrali funzionino adeguatamente. Pertanto per un paio di settimane potrebbe sentirsi irritabile e poco concentrato. Spieghi a chi ha intorno che cosa le sta succedendo e che non è arrabbiato con loro. Potrebbe anche accusare un pò di fatica a causa della normalizzazione del suo metabolismo. Questo è anche il motivo per cui può aumentare di qualche chilo. Inizi a fare un pò di esercizio fisico, senza esagerare. Tutti questi sintomi passano in un paio di settimane e rimarranno solo i benefici. Smettere di fumare con il laser riduce drasticamente queste spiacevoli sensazioni.

Da 2 a 12 settimane

I benefici legati alla decisione di smettere di fumare iniziano ad essere più evidenti. La circolazione continua a migliorare. I piedi, le mani e la pelle ricevono più sangue. La pelle appare più luminosa e giovane. Continui a mangiare sano e a fare movimento. Il sistema delle microciglia dell'apparato respiratorio  garantisce una sempre maggior pulizia dei bronchi. Questo potrebbe procurarle ancora un pò di tosse, è un buon segno, i suoi polmoni stanno riacquistando la funzionalità che avevano prima di iniziare a fumare.

Da 3 a 9 mesi

Da questo momento avrà molti meno problemi di infezioni respiratorie o di sinusiti. La sua capacità polmonare, è aumentata del 10% così da permetterle di sopportare meglio gli sforzi fisici. Smettere di fumare le permetterà di sostenere sforzi fisici che da anni non era più in grado di effettuare. Anche le normali attività quotidiane risulteranno meno faticose.

5 anni

Il rischio di infarto si è dimezzato, così come quello di tumore alla bocca ed alla gola. Fumare aumenta notevolmente queste patologie. Smettere le riduce e riporta la sua salute a livelli ottimali.

10 anni

Il rischio di tumore polmonare è divenuto la metà di quello di un fumatore, quello di infarto è pari a chi non ha mai fumato Inoltre ha risparmiato un sacco di soldi, gode di una salute decisamente migliore, gusta meglio i cibi e è più padrone di se stesso. Complimenti!

Altri benefici

Ognuno dei nostri pazienti che ha smesso di fumare ha conosciuto una serie di benefici che sono il risultato della sua storia personale. C'è chi ci ha raccontato che smettere di fumare lo ha aiutato a crescere nella propria autostima, chi ha testimoniato la possibilità di gestire nuovamente il proprio tempo, chi è certo che se avesse continuato a fumare sarebbe stato un cattivo esempio per i propri figli e così via. Sicuramente anche lei, una volta che avrà smesso di fumare, potrà raccontare quanti benefici "personali" ha ottenuto. Scriva che cosa desidera con questa decisione e lo rilegga spesso. E' il primo passo per smettere definitivamente.